VALUTAZIONE DELLA FORZA ESPLOSIVO-REATTIVA

Il profilo di forza si compone di tre grandi aree di valutazione sulla base del regime di carico.

La prima che trattiamo è la zona di forza a carico ridotto. Carico 0-30% CM (Carico Massimo).

La valutazione FE (Forza esplosiva) definisce la capacità di erogazione di forza in un gesto singolo con partenza da posizione statica, cioè la capacità dell’atleta di usufruire della accelerazione del movimento,sfruttando la velocità e quantità di attivazione muscolare, rispettivamente attivazione temporale (nell’unità di tempo) e attivazione spaziale (numero di fibre attivate contemporaneamente).

La valutazione della FER (forza esplosivo-reattiva), definisce la capacità di aumentare l’erogazione di forza grazie alla riduzione dei tempi di reazione con un gesto eseguito con contro-movimento (eccentrico-concentrico), tramite l’utilizzo dell’interazione tra le componenti muscolare e connettivale del complesso muscolare, rispettivamente la “precontrazione” muscolare (“attivazione neurale che permette di reagire più velocemente allo stimolo”) e l’elasticità di tale tessuto connettivale.

Il profilo FER-FE prevede la comparazione tra queste due capacità per stabilire lo stato attuale dell’atleta e il suo potenziale nello sfruttare meglio una o l’altra componente. Mettendo a confronto l’erogazione di forza, ed eliminando il comune denominatore, cioè la componente muscolare, possiamo vedere come l’atleta nella sua prestazione utilizzi realmente la parte connettivale o se il suo risultato è frutto solo della componente muscolare.

Per semplificare FER-FE=FR (forza reattiva) cioè la capacità di utilizzare l’elasticità del tessuto connettivale per ottenere una prestazione migliore nelle attività di contro-movimento.